LA NOSTRA STORIA

E' così che nel Biellese fin dagli inizi degli anni '20 con un crescente uso degli sci si iniziò a pensare alla produzione di questi attrezzi, le persone più accreditate furono sicuramente i falegnami.

Due giovani apprendisti della falegnameria Gianninetto di Biella, il sig. Castello e il sig. Bruno, che nei fine settimana andavano ad Oropa a sciolinare sci, nel 1925 alla fine del loro servizio militare, nel rione Vernato di Biella, decisero di aprire un loro laboratorio: in estate producevano mobili e in inverno sci, circa 100 paia a stagione in puro frassino massello e marchiandolo "Castello".

Dopo qualche anno iniziarono a produrre sci in Hicory, ma procurarsi legname non era facile.

Poi venne il periodo della seconda Guerra Mondiale e per questo motivo sospesero la produzione di sci.

 

Dopo il conflitto mondiale ricominciarono a produrre sci e cambiarono il marchio in "Sci Cervinia" e dopo qualche tempo dal legno massello passarono al compensato in tre strati

Intanto, il figlio del sig. Bruno, all'ora ragazzino, iniziò a lavorare in falegnameria, nel 1950 Luigi aveva 12 anni. Ragazzino intraprendente, con lo scarto dei legnami di frassino iniziò a costruire slitte da neve, trovò come acquirente la ditta "Nicola Sport" di Biella che poi divenne importatrice ufficiale Rossignol per l'Italia. Questa produzione durò 2 anni.

Poi con gli scarti delle tavole da sci per adulti, iniziò a costruire sci per bambini e trovò come acquirente la ditta "Schenone" di Torino e non solo. 

Con questo commercio riuscì a racimolare la quota per liquidare il sig. Castello socio del padre, e nel 1953 nacque Ski Sises.

I primi sci si chiamavano "Cortina" il marchio era posto sui legni tramite una decalcomania, costruiti in legno compensato, soletta plastificata e lamine a settori avvitate. Poi volle chiamare i nuovi sci con nomi più accattivanti per attirare la clientela, e così si ispirò ai nomi degli aerei da combattimento e nacquero i "Tunderjet", gli "F104" ecc.

Dal 1961 al 1969 la Ski Sises espose i propri sci al salone della montagna di Torino dove vendette direttamente al pubblico, da quel momento dovette inserire anche gli attacchi per dare il prodotto finito, la merce veniva consegnata dal corriere tramite contrassegno.

Poi introdusse i primi con lamine a segmenti mod. Carcascè inserite tra la soletta plastificata e l'anima in legno compensato come il modello "Miura".

Da quel momento iniziò a commercializzare attrezzature come scarponi, vestiario sportivo e nel 1973/74 smise di produrre sci e convertì il laboratorio in negozio di articoli sportivi, era il periodo della mitica Valanga Azzurra e di Gustavo Toni e quindi si mise a vendere sci Spalding.

Luigi afferma che la loro salvezza sia stata proprio la decisione di chiudere con la produzione e iniziare con il commercio, visto che poi quasi tutti i piccoli produttori sono falliti.

Ma aggiunge anche che nel Biellese vi era uno tra i migliori legni di frassino per la produzione di sci, il legname veniva tagliato nelle varie segherie della zona nel formato di 3cm di spessore, 10 cm di larghezza e 210 cm di lunghezza, ed era ricercato dai migliori produttori di sci italiani come la Persenico.

Ora la Ski Sises è un negozio di abbigliamento e di attrezzatura sportiva, ed è un punto di riferimento per gli sportivi Biellesi e non solo, cosa importante è gestito sempre dalla stessa Famiglia Bruno.

Iscriviti per uno sconto del 10% sul primo ordine

Informazioni:

Contatti:

 

Mail: info@skisises.it

Tel: +39 015405464

Whatsapp: +393496191891

Seguici

 

Fabbrica SKI SISES

Bruno Sport di Bruno Luigi e C. snc

 

Via Lamarmora, 27 - 13900 Biella (BI)

Cod. Fiscale e P.iva: 01499050027

N. R.E.A.: BI 144479

Copyright © 2020 Ski Sises. All rights reserved.